Un Intervista con Bluefin SUP

Intervista con Bluefin SUP, Un Intervista con Bluefin SUP

Click here per accedere alla versione originale dell’articolo.

Lo Stand-up paddle-boarding sta esplodendo. Questa disciplina comprende esercizi, tranquillità e avventura, offre un vasto range di attività: escursioni nella natura, paddleboard yoga e gare – inoltre, senza batterie o motore, è completamente eco-friendly e quindi sempre più popolare, Questa è un’ottima notizia per Bluefin SUP.

La compagnia basata nello UK descrive sé stessa come un “business familiare ocean-spirited”, con la passione per la progettazione di tavole Premium SUP gonfiabili a prezzi competitivi, senza venire a compromessi per quanto riguarda la qualità.

Bluefin ha lavorato per anni al perfezionamento delle sue tavole, e tutto quell’impegno è stato ripagato con la vittoria del premio Miglior SUP Gonfiabile* negli ultimi due anni.

Bluefin non vende tavole come semplici kit completi. Ogni tavola viene consegnata con accessori di alta qualità, ed il modello Cruise possiede anche un kit di conversione per trasformare la tavola in un kayak; un’ottima feature multifunzione. Le tavole sono prodotte usando la Tecnologia EXO Surface Laminate e possono sopportare fino a 28 PSI di pressione, con una superficie HQ che le protegge dai raggi UV e un deck pad di Crocodile-Diamond che fornisce una presa comoda e anti-scivolo. I materiali premium (a volte military-grade) assicurano robustezza e la “durabilità senza fine del prodotto” che la compagnia ha come obiettivo. Queste non sono tavole da gettare ma da mantenere, donare o passare ad altri; un altro punto a loro favore, così come lo sono lo stretto legame con la loro community e il fatto che donano tavole ai paddlers impegnati in opere ambientali.

Bluefin si impegna a produrre tavole per tutti i livelli di abilità e tutte le età, dichiarando che “C’è una Bluefin per tutti”. Hanno ragione? La tavola Mammoth 18’ è abbastanza grande per una intera famiglia e la Cruise Junior, da 8’, è perfetta per bambini o adulti sotto i 5’3. Chi vuole gareggiare vorrà di certo la rapida Sprint, mentre chi fa yoga o ama affrontare le correnti preferirà la extra-stabile ed extra-larga Voyage. Infine le tavole Cruise, disponibili in varie lunghezze, sono tavole a 360°, progettate per fare in modo che una sola tavola da paddle possa essere usata per un ampio range di attività: ancora una volta multifunzionalità e pensiero ambientalista. Sembra che ci sia una Bluefin adatta per tutti – e probabilmente presto tutti ne avranno una!

*Basato su SUPBoardGuide DE

Intervista con Bluefin SUP, Un Intervista con Bluefin SUP

Bluefin ha fatto sentire la sua presenza nel mondo delle SUP gonfiabili ed è stata nominata come SUP gonfiabile #1 per due anni di fila. Quali sono alcuni dei segreti del suo successo?

Non sappiamo se esiste un solo segreto, ma ci sono certamente alcuni elementi che hanno contribuito alla crescita della nostra visibilità come brand di punta per le paddleboards. Per prima cosa, le nostre tavole. La qualità, il tempo e l’impegno che viene messo nel design delle nostre tavole ci ha permesso di ottenere moltissime recensioni entusiaste, oltre ad un certo prestigio all’interno dell’industria. All’interno della community del paddleboard le persone parlano e si tratta di una vera industria dello sport legata alle opinioni. Il fatto che siamo sempre pronti ad ascoltare il feedback che riceviamo e a migliorare le nostre tavole, ci ha portato ad avere dei prodotti fantastici dei quali la gente parla. Siamo realmente connessi ai nostri clienti, questo significa che otteniamo informazioni direttamente dalla fonte riguardo a quali sono le cose che desiderano e che cosa dovremmo fornire loro. Questo ci porta al secondo punto: la community. Siamo molto fortunati ad avere una Community Bluefin SUP molto coinvolta. Questo non solo ci dà un contatto diretto con il feedback del prodotto, ma ci dà anche accesso alle fantastiche fotografie e video che i nostri utenti stanno creando. Nelle nostre azioni di marketing utilizziamo ormai solo le foto create dai nostri paddlers. Penso che questo abbia un effetto diretto sulla nostra crescita come brand, dato che le persone si rispecchiano sempre più nei contenuti che produciamo. Abbiamo un range molto vario di paddlers fantastici che mostrano veramente quanto questo sport sia aperto ed accessibile a tutti.

Le vostre SUP hanno guadagnato la reputazione di essere tra le più robuste e resistenti tavole gonfiabili da stand up paddle in circolazione. Che cosa permette alle SUP Bluefin di risaltare tra le altre nella folla?

In termini di costruzione, sono d’accordo voi. Ci siamo assicurati che le nostre tavole siano fatte con i migliori materiali di costruzione. Effettuiamo regolarmente dei test che abbiamo sviluppato dopo un lungo periodo di analisi. Come abbiamo già discusso, abbiamo lasciato che gli esperti dell’industria, assieme ai nostri clienti, ci guidassero dove ci troviamo oggi, per quanto riguarda la costruzione delle tavole. In aggiunta alla ricerca estensiva che è stata portata avanti dal nostro team, pensiamo anche di possedere una costruzione unica ed il migliore design iSUP presente sul mercato. Tra gli elementi compresi nelle nostre tavole potete trovare un deckpad in crocodile termosaldato -con tessitura rinforzata drop stitch e un design perfezionato per fare una presa migliore – che permette alle nostre tavole di durare nel tempo, anche grazie alla costruzione con materiali military-grade. Queste tavole possono andare dovunque!

Quale consiglio vorreste dare ai clienti per aiutarli a scegliere la migliore SUP possibile?

Quando un cliente viene da noi senza alcuna idea su quale tavola prendere, gli facciamo alcune domande. Prima di tutto, per cosa utilizzerai la tavola? Potrebbe essere per gareggiare, per fare yoga, per attività nel tempo libero, touring, lunghi viaggi o per fare kayak da seduti. Abbiamo delle tavole diverse per tutte queste attività. In secondo luogo, gli chiediamo il loro peso e la loro altezza e se intendono portare bambini o cani sulla tavola (sareste sorpresi dallo scoprire quante persone pagaiano con i loro cuccioli!). Il vostro peso e altezza sono cruciali per trovare la giusta tavola per voi, dato che essere troppo alti potrebbe sbilanciare la tavola. Al contrario, avere una tavola che è troppo grande per voi, potrebbe rendere difficile pagaiare in modo efficace sulla tavola. Abbiamo una guida completa sul nostro sito web: https://bluefinsupboards.com/which-board/

Recentemente abbiamo visto sempre più tavole solide e tavole da surf che incorporano materiali riciclati, ricondizionati o rinnovati, in un tentativo di inserire la sostenibilità nei processi di manifattura. Tuttavia le SUP gonfiabili non sono state altrettanto rapide ad adattarsi al cambiamento nella cultura rispetto alle loro controparti solide. Potete dirci se Bluefin ha intenzione di invertire la tendenza?

Stiamo rapidamente ricercando modi per rendere le nostre tavole il più sostenibile possibile. Abbiamo studiato l’uso di accessori in plastica riciclata per le nostre tavole, ma dobbiamo essere sicuri della provenienza di questa plastica. Abbiamo sentito di storie orribili di persone che si procuravano “plastica riciclata/sostenibile” per poi scoprire che si trattava solo di plastica cruda mescolata. Al momento pratichiamo la sostenibilità facendo in modo che i nostri resi siano trattati in modo waste-free, senza rifiuti. Ripariamo le tavole e le vendiamo (o le doniamo) come “ricondizionate”. Questo, anche se implica una spesa di tempo, fa in modo che le tavole non vengano buttate. Tuttavia stiamo sempre cercando modi per aumentare la natura sostenibile dei nostri processi di manifattura e di retail.

Intervista con Bluefin SUP, Un Intervista con Bluefin SUP

Quanto è importante la sostenibilità per l’ethos della vostra compagnia?

Molto. Penso che sia ridicolo al giorno d’oggi non avere la sostenibilità come priorità principale. Qui a Bluefin HQ operiamo in un ufficio paper-less dove si ricicla tutto. Abbiamo un sistema di car-share e molti di noi usano la bici per venire a lavoro. Siamo una compagnia super-giovane, quindi non siamo ancora stati in grado di attuare molte di queste grandi scelte. Tuttavia manteniamo sempre la sostenibilità in cima alle nostre priorità quando prendiamo delle decisioni riguardo ad ogni processo di Bluefin.

Supportiamo anche i paddlers che lavorano con Surfers Against Sewage, 3-minute beach clean e Plastic Patrol. Doniamo tavole per aiutarli nelle loro missioni di raccolta della plastica. Una delle nostre paddlers, Jo Mosely, ha appena completato ‘Paddleboard the North’, un viaggio di 167 miglia attraverso lo UK, pulendo le vie d’acqua mentre le attraversava.

Le SUP stanno diventando rapidamente un opzione sempre più utilizzata nel campo delle esperienze turistiche. Qual’è la vostra visione del ruolo che le SUP possono avere nel contribuire nella crescita dell’ecoturismo?

Le SUP, specialmente le iSUP possono giocare decisamente un ruolo importante nell’ecoturismo. Sono prive di motore, senza batteria e abbastanza compatte da essere trasportate in ogni luogo. In aggiunta, le nostre tavole sono a buon mercato, ciò significa che i business possono comprare le nostre tavole per affittarle nei loro resort, spiagge, hotel, etc. Questo porterà un introito per questi business, oltre a diffondere ulteriormente la consapevolezza nei confronti di questo sport.

Le nostre tavole possono essere portate in uno zaino, questo permette alle persone di andare in punti difficili da raggiungere in modo più semplice. Quindi i paddlers potranno accedere anche a location che sono solitamente tranquille e quasi deserte a causa della loro posizione (spiagge remote).

Qual’è la vostra visione per il futuro del paddle boarding?

Il paddlebaording va di pari passo con la sostenibilità. Quando pagaiate siete consapevoli di tutto ciò che vi circonda perché siete vicinissimi all’acqua e lontani da tutta la tecnologia. Abbiamo scoperto che una volta che le persone cominciano a pagaiare nelle loro vie d’acqua locali, spesso non restano soddisfatti di quello che vedono. Plastica, spazzatura e inquinamento sporcano i nostri fiumi, e tutto ciò è molto più evidente quando ci state letteralmente pagaiando attraverso. Abbiamo scoperto che i nostri clienti raggiungono una nuova consapevolezza del problema di inquinamento che stiamo affrontando. Per fortuna, oltre alla consapevolezza, il paddleboarding fornisce anche una soluzione. I paddlers stanno usando ora le loro tavole per raccogliere rifiuti e ripulire le vie d’acqua grazie alle tavole stesse. Questa è un’attività che incoraggiamo attivamente e speriamo diventi una componente importante del paddleboard come passatempo.

Vediamo che la produzione delle tavole SUP gonfiabili sta diventando sempre più sostenibile. Grazie ad una ricerca ulteriore sul come produrre eco-tavole sempre più efficienti, speriamo un giorno di vedere uno standard di sostenibilità applicato all’intera industria. Abbiamo analizzato una possibile “GreenFin” (nome in attesa di approvazione!!) e stiamo parlando di una tavola in plastica riciclata, stiamo solo aspettando che la tecnologia arrivi al passo con le idee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *